PREMESSA

Può talvolta risultare particolarmente utile definire un nome diverso (ovvero un ALIAS, spesso fatto con un CNAME nel DNS) da utilizzare sulle postazioni client per l'accesso ad una risorsa: se però le cose sono molto semplici quando si parla di servizi TPC/IP "puri" (come ad esempio un server web) le cose si complicano quando si ha a che fare con il classico servizio di condivisione file di Microsoft, ovvero l'SMB che sembrerebbe non volerne sapere di "essere contattato" usando un nome diverso dal proprio.

 

PROBLEMA

Se si prova a contattare un server Windows 2003 sul normalissimo servizio SMB utilizzando un ALIAS si ottiene la seguente risposta (es. dal classico NET USE):

System error 52 has occurred.
A duplicate name exists on the network.

Viceversa, usando il nome della macchina o il suo indirizzo IP, non ci sono problemi di sorta.

 

SOLUZIONE

Il controllo sul nome viene fatto non dalla macchina "chiamante" bensì dalla destinazione (il nostro server Windows 2000/2003 tanto per capirci): è sufficiente quindi dire al server di non effetturre questo controllo, aggiungendo una banale chiave di registro:

Percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\LanmanServer\Parameters
Type: DWORD
Nome: DisableStrictNameChecking
Valore: 1
 
 
Al successivo riavvio il server accetterà connessioni anche con nomi diversi dal proprio